FATTORIA di SELVOLI

 

di Andreas e Johannes

Fattoria di Selvoli Soc. Agr. snc

Via Agna , località Selvoli, Poppi  (Ar)
Tel. Casa: 0575 509440

Cell: 3381381044

selvoli33@gmail.com

cereali e farine

 

Con i suoi 40 ettari, tra terreni di proprietà e in affitto, la Fattoria di Selvoli si trova nel comune di Poppi, località “Selvoli”, sulle colline della valle del Casentino a circa 500 metri di altitudine.

 

20 ettari sono destinati alle colture seminative, qualche ettaro è dedicato a impianti di colture arboree non intensivi - olivi, piante sparse di melo, ciliegio, mandorlo, pero – e ai piccoli frutti, mentre alcune zone di terreno sono mantenute a bosco. Un piccolo orto è dedicato per lo più a una produzione familiare.

 

Chi siamo:

 

Siamo Andreas e Johannes, padre e figlio, che conduciamo l’azienda agricola con metodo biologico (l’azienda è certificata Codex) ispirandoci ai principi della biodinamica.

 

Di recente, è entrata a far parte della famiglia e della azienda anche Arianna, che, nelle pause dal suo lavoro a Milano, viene a stare a Selvoli a dare sostegno in tutte le attività…e soprattutto a sistemare casa.

 

La nostra attività:

 

Utilizziamo tecniche agricole quali la rotazioni delle culture, il sovescio, seguiamo i cicli cosmici e lunari nel determinare i momenti ottimali per semine, raccolti e lavorazioni.

 

Col nostro impegno quotidiano produciamo alimenti sani e nello stesso tempo tuteliamo l’intero ecosistema di cui l’azienda fa parte.

 

Da sempre ci impegniamo nella ricerca di varietà con particolare valore nutrizionale includendo anche varietà antiche.

 

La nostra attività principale è la coltivazione dei cereali quali farro monococco e dicocco, grano tenero, grano duro (varietà khorasan saragolla), mais marano da polenta. Con il nostro mulino a pietra trasformiamo i cereali in farine integrali, semi-integrali e bianche.

 

Gli alberi da frutto, in quanto nuovi impianti, per il momento soddisfano solo il fabbisogno personale così come l’orto. Inoltre coltiviamo piante aromatiche e officinali che, insieme alla raccolta di quelle spontanee, costituiscono, una volta essicate, l’ingrediente del nostro sale alle erbe.